Vernice rossa, imbrattata la sede di Fi

È il secondo atto di vandalismo in 15 giorni. Il presidente del club: «Forse diamo fastidio»

Silvia Villani

A nemmeno 15 giorni dall’ultimo episodio di vandalismo che ha colpito il club cinisellese di Forza Italia, i teppisti sono tornati a farsi sentire. Giunto di buon ora davanti ai locali di via Garibaldi, una delle vie centrali di Cinisello Balsamo, Cesare Radin, presidente del club azzurro, si è accorto di quanto accaduto. Durante la notte alcuni ignoti hanno imbrattato la saracinesca della sede con dello spray rosso manifestando il loro dissenso nei confronti della politica della Cdl. «Quasi tutte le domeniche - spiega Sergio Saiani, il coordinatore cinisellese di Fi - i militanti scendono in piazza. La nostra assidua presenza dà fastidio. Purtroppo questa volta l’ennesimo atto vandalico ci ha però impedito di raggiungere il quartiere Crocetta dove volevamo distribuire materiale informativo per le prossime elezioni».
A differenza degli episodi precedenti, però, questa volta gli sconosciuti hanno voluto lasciare una firma: tre cerchi sovrapposti sui quali stanno ora indagando le forze dell’ordine. «È difficile affermare con certezza a che cosa sono legati tutti questi episodi di vandalismo - ha spiegato Giuseppe Petrucci, capogruppo di Forza Italia in Consiglio Comunale -. Certo la vernice rossa usata tutte le volte non può che farci pensare a un attacco politico legato magari alla nostra stretta collaborazione con i comitati cittadini o alla nostra opposizione in aula. Ma se sperano di ottenere qualche cosa così facendo sbagliano di grosso, noi ci comporteremo come abbiamo sempre fatto».