Un vero successo il bilancio di Musica in villa nel Tigullio

È senza dubbio positivo il bilancio del programma chiavarese del 6° Festival Musica in Villa, «regalato» dal Circolo «Amici di S. Margherita Ligure e del Tigullio» alla città ospite.
I concerti chiavaresi di Musica in Villa avevano preso l'avvio con il prezioso concerto del pianista Marco Vincenzi, dedicato a Mozart e alle splendide «trascrizioni» busoniane, di rara e poco frequentata, seppur trascinante fattura.
Successivamente, Musica in Villa era riuscita a portare nella città ben due concerti dello storico, famoso «Wandering Stars Tour», con Oxana Yablonskaya, Dmitry Yablonsky, Shinni-Liu, Alexander Vokonok.
La mitica Oxana, al pianoforte, e Dimitry, al violoncello hanno confermato di esser stars, musicisti di un altro pianeta, scesi tra di noi, per nostra fortuna musicale, in due programmi che hanno consentito tutte le emozioni, passando da Glinka a Chopin, da Franck a Shostakovich, da Mozart a Brahms.
Pavel Berman e Giuliano Mazzoccante (uno degli ultimi, ma senz'altro il più significativo degli allievi dello indimenticabile Lazar), avevano «onorato» il grande maestro con un concerto celebrativo di Mozart, Schumann, Shostakovich, forse senza eguali per carica evocativa ed emotiva, entusiasmando per la bellezza del «suono», la perfezione esecutiva, l'assoluta condivisione interpretativa. Pavel, non va dimenticato, si avvaleva di uno Stradivari del periodo d'oro del liutaio, il «Marechal Bérthier» del 1716.
«La festa (chiavarese) è finita». Ma Musica in Villa 2006 non finisce a Chiavari. Ed ecco, lo scorso mercoledì 23, un altro strepitoso successo di pubblico e critica allo Auditorium delle Clarisse a Rapallo, con il Duo Bandini - Chiacchiaretta, interpreti di un indimenticabile «Nubes de Buenos Aires», dedicato al grande tango argentino di Piazzolla, Pujol, Mores, Tavolaro, Villoldo. Per concludere: l'onore di siglare l'intero 6° Festival Internazionale Musica in Villa, con un ultimo trionfo, é stato affidato al Trio di Parma (la famosa formazione cui «Amadeus» dell'aprile e maggio del 2000 dedicò copertina, ampio servizio e i 4 CD con l'integrale dei Trii di Bethoven, e il numero del novembre 2005 dedicò copertina, ampi servizi e il CD con I Trii di Ravel), che dovrà interpretare tre capisaldi musicali così importanti e diversi, per contenuti e linguaggio musicale, come il Trio KV 548 di Mozart, il Trio Op. 11° di Schumann e il Trio n° 2, Op. 67 di Shostakovich, per ricordarne gli storici anniversari. L'attesa non può che essere grande. E già fin d'ora molti chiedono se potrà aversi, per il 2007, un 7° Festival Musica in Villa.