Verona multa i clienti delle prostitute: 500 euro

Pugno duro del sindaco Tosi contro la prostituzione: inasprite al massimo le ammende per i clienti sorpresi a contrattare in strada. Diventano più pesanti anche le multe per chi consuma alcolici fuori dai locali

Verona - Pugno duro del sindaco Tosi contro la prostituzione. Il primo cittadino di Verona sceglie di colpire i clienti con multe che arrivano fino a 500 euro per chi sarà sorpreso a contrattare prestazioni con una prostituta in strada. La giunta comunale di Verona, su proposta di Flavio Tosi, ha deciso di elevare fino al massimo consentito l’importo della multa. La giunta comunale, ancora su proposta del sindaco, ha deciso anche il nuovo importo delle sanzioni da applicare per la violazione dell’ordinanza già emessa contro il consumo di bevande alcoliche al di fuori degli esercizi pubblici autorizzati. Chi sarà sorpreso a violarla, sarà sanzionato con 100 euro alla prima infrazione, 250 euro alla seconda e 500 euro per la terza e successive. Invariata, invece, la sanzione di 50 euro per gli altri comportamenti (gettare carte, bottiglie e qualsiasi altro rifiuto solido o liquido al di fuori degli appositi contenitori; bivaccare o sistemare giacigli; bagnarsi nelle vasche pubbliche ed utilizzarle per il lavaggio di cose e animali; passeggiare o sostare a torso nudo in maniera non decorosa) contrari al pubblico decoro.