Veronelli: ricette per ogni disgusto

Luigi Veronelli, il più grande critico enogastronomico che l’Italia abbia avuto, si spegneva poco più di tre anni fa. Ora Elèuthera, eleuthera.it, ristampa un delizioso e intelligente libretto di SuperGino: Tredici ricette per vari disgusti ovvero Vietato vietare, che è pur sempre un divieto ma che apre, se applicato per davvero, straordinarie prospettive, a patto di avere a che fare solo con teste pensanti. Cosa ardua, però mai disperare. Veronelli partì da una pietanza impossibile, dal cannibalismo, dall’uomo che pappa l’uomo, per poi sviluppare ricette che lì per lì suonano improponibili ma che in verità sono autentiche perché il disgusto a tavola si specchia nella sua versione felice, il gusto, il piacere per le cose buone. Il viaggio inizia da un qualcosa che ai nostri vecchi ricorderà gli stenti della guerra, l’Arroz con rata de arrozal, Riso con topi di risaia, una sorta di paella tipica fuori Valencia, lungo la via per Alicante in quella splendida regione che è l’Albufera. Chiaro che se questa è la partenza, l’approdo suona per davvero delizioso: Roast-beef alla Coca-Cola, tratto da un autentico ricettario americano con la bibita dolciastra eletta a squisitezza.