Verso un aumento fino a 130 milioni

Smi

Sarà proposto agli azionisti della Smi, Società metallurgica italiana, un aumento del capitale sociale per un massimo di 130 milioni, mediante emissione di azioni ordinarie, da offrire in opzione ai possessori di azioni ordinarie e di risparmio, al prezzo unitario che sarà definito in una prossima riunione del consiglio di amministrazione entro l’intervallo di 0,35-0,45 euro. Lo ha deciso il consiglio che ha anche approvato un piano di stock option e che, ai soci, chiederà il cambio di nome da Smi a Kme group. Lo stesso cda ha poi cooptato Vincenzo Cannatelli, già amministratore delegato di Enel Distribuzione. La Smi, in una nota, spiega che «alle nuove azioni emesse sarà abbinato gratuitamente 1 warrant ogni 5 azioni. I warrant saranno convertibili in un pari numero di azioni ordinarie entro il 2009 allo stesso prezzo dell’emissione a pronti. L’operazione sarà preceduta dall’eliminazione del valore nominale delle azioni ordinarie e di risparmio già in circolazione».