Verso la cessione delle sofferenze

Popolare Intra

Il consiglio di Popolare Intra ha deciso di cedere, entro la fine dell' anno, portafogli di crediti in sofferenza per un importo lordo di 120 milioni e di procedere a dismissioni di asset non strategici con plusvalenze per 12 milioni, dopo il profit warning comunicato lo scorso 31 agosto, a seguito della scoperta di crediti a rischio e conseguenti accantonamenti straordinari. È quanto si legge in una nota. I crediti oggetto di cessione sono iscritti a bilancio al valore complessivo netto di 50 milioni. L'operazione, spiega il comunicato, riguarderà le sofferenze preesistenti già oggetto di un rilevante grado di svalutazione e il portafoglio di mutui ipotecari in sofferenza. Nei prossimi giorni sarà avviata la fase di approfondimento dei contatti in corso e di selezione degli investitori istituzionali. Dalle dismissioni (partecipazioni di minoranza e immobili non strumentali) sono attese plusvalenze per 12 milioni già avviate nel trimestre in corso.