Verso la conclusione il processo stralcio

È stata rinviata al 26 maggio la conclusione della requisitoria del sostituto pg Celestina Gravina al processo di secondo grado a carico di quattro imputati per la strage di Linate, che in primo grado erano stati giudicati con rito abbreviato. Gravina attribuisce il disastro alla mancanza del radar di terra, alla segnaletica e alle segnalazioni errate della torre di controllo. Imputati, l’ex direttore Enav Fabio Mazzocca, condannato in primo grado a 4 anni e 4 mesi, e i dipendenti Sea Antonio Cavanna e Giovanni Grecchi e il funzionario Enav Sandro Gasparrini, assolti in primo grado. L’accusa è di omicidio colposo plurimo e disastro colposo: l’8 ottobre 2001 a Linate 118 persone morirono nello scontro tra due aerei in decollo.