Verso i bandi a base regionale

Via libera da parte del Parlamento alla precedenza ai residenti della regione per le partecipazioni a determinati concorsi pubblici. La settimana scorsa «la Camera ha approvato un emendamento della Lega Nord - ha dichiarato Roberto Cota, presidente dei deputati del Carroccio - che inserisce nei concorsi pubblici il principio della residenza quale requisito preferenziale per l’assunzione quando si sia di fronte a servizi che richiedono una particolare conoscenza del territorio. Il requisito di residenza è un principio molto importante che va nella direzione dell’attuazione del federalismo e si avvicina alla regionalizzazione dei concorsi pubblici».