Verso gli orizzonti del Nord Est pedalando sulle strade dei campioni

E' una regione piccola, con un territorio dai confini vicini che da nord a sud, da est a ovest si percorre in automobile in un paio d'ore. Ma contiene tutto un universo di paesaggi e di colori, ambienti e climi, sapori e profumi, su un palcoscenico della storia che va dagli antichi romani alla memoria di guerre non lontane, passando per borghi rurali e città d'arte che oggi si attestano in ottima posizione per qualità della vita. Orizzonti sempre nuovi che scivolano piano davanti agli occhi di chi si sposta lentamente su due ruote: un arco costiero che abbraccia spiagge di dune dorate, insenature rocciose e falesie a picco sul mare; lingue di sabbia che emergono dalle riserve naturali delle lagune; brulle rocce carsiche; pianure e colline che salgono dolcemente verso il mantello verde che avvolge angoli silenziosi delle Alpi. Il Friuli Venezia Giulia è un ricamo di percorsi cicloturistici studiati per sportivi professionisti e famiglie con bambini, in un susseguirsi di itinerari che comprendono soste in cantine, trattorie, malghe e osmize, le case private di viticoltori che offrono i propri prodotti tipici: è un invito costante ai piaceri del palato per i ciclisti che tutto l'anno possono contare anche su una fitta rete di Bici Hotels, strutture alberghiere e agrituristiche spesso dotate di piscina e centro benessere per ritemprare il fisico, con piccole officine, materiale informativo, possibilità di prenotare guide e accompagnatori, e garanzia di colazione abbondante e anticipata per rispettare le tabelle di marcia. Si pedala lungo itinerari golosi come quello che collega due centri importanti fin dall'epoca romana, Gemona e San Daniele, alla scoperta dei segreti della stagionatura del celebre prosciutto; o sul filo della letteratura, tra Casarsa e Cordovado, passando dalle sorgive descritte da Ippolito Nievo ai luoghi legati al nome di Pasolini. Gli escursionisti che amano alternare asfalto e sterrato possono contare su 23 itinerari per mountain-bike con percorsi ad anello adatti ai principianti o che richiedono buona preparazione e abitudine allo sforzo, mentre chi ha un minimo di capacità tecnica può lanciarsi in volata con la mappa «Pedalando sulle strade dei campioni», che illustra i 14 circuiti di bassa, media e alta difficoltà in cui gareggiano e si allenano i grandi nomi del ciclismo, e comprende una delle tappe più dure del Giro d'Italia, la salita al Monte Zoncolan. Info su www.turismofvg.it, tel. 800.016044.