Verso il rimpasto: nella roulette dei nomi il giallo Simini

In riferimento all'articolo apparso ieri su Il Giornale dal titolo «Comune, turn over in Giunta: dentro Bernardo, fuori Simini», l'on. Guido Podestà, coordinatore regionale di Forza Italia, precisa quanto segue: «Dalla lettura del titolo e del testo in questione, potrebbe desumersi che nel colloquio avuto con il giornalista io abbia fatto riferimento ad una possibile uscita dalla Giunta di Palazzo Marino dell'assessore Bruno Simini. Durante il colloquio avuto non ho mai parlato di Bruno Simini nè tantomeno di una sua possibile uscita dalla Giunta. Riconfermo la grande stima che nutro nei confronti di Simini e l'apprezzamento per l'impegno fin qui mostrato».
È comprensibile la nota del coordinatore regionale di Fi che riconferma quanto scritto ovvero che il gruppo consiliare di Palazzo Marino reclama il premio per la classe dirigente formatasi in consiglio comunale. Riconoscimento che, in soldoni, si deve tradurre in un assessorato tenendo conto degli equilibri politici interni al gruppo. Quanto all'assessore Simini a chiederne l'uscita dalla giunta sono, come messo in evidenza, almeno i due terzi dei consiglieri comunali e questo lo sanno anche gli uscieri di Palazzo Marino.