Verso un terzo round per l’acquisizione

Aprr

È possibile un terzo round per la gara ad Aprr. Un giro di rilanci vedrebbe la selezione di due candidati per ogni concessionaria autostradale e gli ammessi alla short list avrebbero 2 giorni di tempo per migliorare le offerte. In corsa per Aprr c’è Autostrade in cordata con Cdc e Axa, ma la sua offerta sarebbe di 100 milioni inferiore rispetto a quella dei concorrenti. Secondo voci di mercato i Benetton sarebbero comunque disponibili a un ritocco al rialzo del prezzo. Già la prossima settimana il verdetto. Cauti gli operatori in attesa anche dell’esito dell’inchiesta dell’Anas sui disagi per gli automobilisti provocati dal maltempo: si teme sforbiciata alle tariffe. Nei giorni scorsi Jp Morgan aveva reso noto di avere indirettamente il 2,544% di Autostrade. La comunicazione è contenuta nell’aggiornamento delle partecipazioni Consob. L’operazione risale al 25 novembre scorso.