Vertical Day La sfida di domani è scalare di corsa il Pirellone

Quando si dice la tempestività. Dopo sei mesi di intervento, il restauro conservativo del Grattacielo Pirelli è ultimato e sabato, due giorni dopo la serata di presentazione, verrà ufficialmente aperto al pubblico lo spettacolare belvedere panoramico del trentunesimo piano. Una terrazza a 127 metri, che fin dalle origini faceva parte del progetto di Gio Ponti, da cui è possibile godere la vista mozzafiato di tutta la città. Fiato che mancherà di sicuro, anche se non a causa della vista sulle montagne lombarde, alle decine di «skyrunner» che domani mattina sgomiteranno sui 710 gradini dell'edificio per aggiudicarsi la terza edizione di «Vertical Sprint». Tappa milanese del circuito internazionale di corsa sulle scale delle strutture architettoniche più alte del mondo. Tutte gare sorte sull’esempio dell’originale che dal 1978 si svolge presso l’Empire State Building di New York.
Il via dal piazzale antistante il grattacielo più alto della città è programmato per le 11. Tutti gli occhi dei presenti saranno puntati sugli atleti di casa, i lombardi Daniela Vassalli e Marco De Gasperi, pluricampione di corsa in montagna che contenderà la vittoria al tedesco Thomas Dold, già vincitore non solo dell’edizione 2008 ma anche delle ultime quattro ascese all’Empire State Building. Per quanti non avessero fiato e coraggio a sufficienza per lanciarsi nella bagarre nessun problema: a gara ultimata il «Vertical Tour» offrirà a tutti la possibilità di emulare i campioni dei gradini, ma con la comodità di poter salire in tutta tranquillità con l’ascensore: basta prenotarsi dalle 12 alle 18 accreditandosi presso lo stand allestito in piazza Duca D’Aosta. Per chi volesse comunque provare a emulare gli specialisti, ma con tutta calma, c’è comunque la possibilità di effettuare l’ascesa a piedi. Di certo non tutti, cronometro alla mano, potranno metterci i 5 minuti che impiegano gli skyrunner agonisti per guadagnare la cima. Ma che fretta c’è? Tanto è domenica, c’è tempo per godersela.