Vertice a casa Moratti per i contrasti con la Lega sui temi della sicurezza

Il Pdl e la Lega fanno i conti. Su temi caldi come moschea, campi rom, lotta agli abusivi, è stata la richiesta del Pdl, «basta andare sparigliati e subire il fuoco amico del Carroccio». Dopo l’ennesimo attacco del capogruppo leghista Matteo Salvini, settimane fa il partito ha chiesto al sindaco di convocare un faccia a faccia con i vertici della Lega, per evitare i tiri incrociati in vista delle regionali. E oggi alle 18.30 si terrà il vertice a casa Moratti, diventata ormai una «piccola Arcore» in città. Sul fronte Pdl, saranno presenti Ignazio La Russa, Maurizio Lupi, Luigi Casero, Guido Podestà, Riccardo De Corato; per il Carroccio Roberto Maroni, Giancarlo Giorgetti e Matteo Salvini.
E il tema di una o tante piccole moschee in città (la seconda opzione, votata di recente con un ordine del giorno bipartisan in consiglio comunale) oltre che a tenere banco alla riunione politica torna di attualità questa mattina, quando circa 1.200 musulmani potrebbero ritrovarsi a pregare sotto la pioggia. Il caso è quello degli islamici che frequentano il Centro di viale Padova. Duemila possono continuare a pregare il venerdì tra la sede e la palestra di via Cambini, i 1.200 che usavano il centro sportivo di via Iseo dalla scorsa settimana sono stati «sfrattati» (il gestore non ha rinnovato il contratto) e per loro è spuntata la soluzione della palazzina del centro sportivo Scarioni. Annuncio fatto ai microfoni venerdì scorso, peccato che solo due giorni fa MilanoSport ha scoperto che l’edificio è inagibile. Oggi i fedeli dovranno stare all’aperto, tempo permettendo, poi il Comune ha assicurato che cercherà di risolvere la situazione in tempi brevi. Ma mentre i «moderati» stanno al freddo, gli islamici di viale Jenner pregano al PalaSharp. «La nostra comunità è stufa - ammette il presidente del centro di viale Padova, Mahmoud Asfa, candidato dal Pdl all’Ambrogino d’oro -: purtroppo sembra che a Milano chi rispetta le regole viene “bastonato”». Il responsabile del centro di viale Jenner, Abdel Amid Shaari, fa sapere intanto che sta preparando una lista civica per partecipare alle prossime elezioni amministrative.