Vertice dei tifosi per aiutare lo Spezia

da La Spezia

Lo Spezia è in piena crisi. Non vi è stata alcuna epurazione, Soda ha ritirato le dimissioni e ora tutti vogliono lottare per la salvezza. «Ho parlato a degli uomini - ha detto il presidente Ruggieri - e credo che quello che c'era da dire ce lo siamo detti. Soda forse un po’ troppo nervoso, per situazioni estranee al fatto tecnico, cercherà di migliorare il rapporto umano con i giocatori ed i giocatori cercheranno di ripetere le prestazioni fornite con la Juve, col Bologna e così via».
Oggi il clima sembra ancora sereno, ma c'è il silenzio stampa a gelare ogni acuto e così l'interpretazione dei più e che questa sia solo la calma dopo la tempesta, con gli ultras pronti a contestare. Sabato lo Spezia deve vincere ad ogni costo, non conta se gioca con la Triestina. Perdere vuol dire che la crisi è insuperata, anzi insuperabile, ed ora che ci sono stati i recuperi e si gioca tutti sullo stesso livello, una sconfitta aprirebbe la strada ad una caduta irreversibile, anche perché alla Spezia ai miracoli non ci crede più nessuno.
Da registrare anche l'amichevole, con gli applausi per Colombo ed i mugugni per Varricchio, disputata al Picco contro la Bobbiese, formazione piacentina che milita in seconda categoria. Il primo si allena a lato del campo ed è la speranza dei tifosi, il secondo dopo soli 14' abbandona il rettangolo. Max non ce la fa, non se la sente o cos'altro ancora? Insomma viene da chiedersi se la crisi sia veramente passata. Ma c'è una buona notizia. Addona torna sul terreno ad allenarsi dopo l'intervento al menisco e lavora a parte con Do Prado, Colombo e Giuliano. Gli aquilotti partono forte, concentrati e decisi, tanto che dopo 25' lo Spezia già vince per 8 a 0, una gara (un'ora totale) che terminerà 16 a 0 con sette gol di Max Guidetti. Il mister aquilotto prova diverse soluzioni in vista della gara, a dir poco delicata, di sabato pomeriggio al Picco con la Triestina. Così si vede Frara davanti alla difesa e Nicola invertito per far spazio a Gorzegno sulla sinistra, nel caso di forfeit di Giuliano.
Questa sera alle ore 21 allo Stadio Alberto Picco, a casa loro, lì in curva ferrovia, i tifosi dello Spezia si sono dati appuntamento. Ce lo conferma Marco Frione, un nome una garanzia per la partecipazione da anni su tutti i campi dove gioca lo Spezia. Tutti gli abituali frequentatori della curva, ma anche tutti i tifosi dello Spezia sono invitati a partecipare. «Ci incontriamo per verificare ed esaminare la situazione allo stato attuale delle cose - dice Frione - e soprattutto per decidere insieme il modo migliore di essere vicini allo Spezia per trovare insieme la salvezza».