Vertice mondiale per le due ruote

Un tavolo mondiale in cui siederanno rappresentanti dell’Unione ciclistica internazionale, organizzatori delle corse, corridori, giornalisti del settore, medici sportivi, dirigenti e sponsor dei team. Lo propone l’Agenzia mondiale antidoping (Wada) in un comunicato ufficiale a firma del presidente Richard Pound. «Dobbiamo tenere con la massima urgenza un meeting per vedere cosa può essere fatto per restituire credibilità e integrità al ciclismo», afferma Pound. La Wada ha fatto sapere che contatterà le parti già nei prossimi giorni.