Un vertice tecnico sulle buche stradali

Le condizioni atmosferiche di questi giorni stanno sottoponendo a pesanti sollecitazioni le infrastrutture stradali. E il Campidoglio corre ai ripari. L’assessore ai Lavori pubblici Fabrizio Ghera ha convocato per domani, presso il XII dipartimento, un incontro con tutti i dirigenti tecnici delle unità organizzative tecniche municipali per mettere a punto le misure più urgenti al fine di «monitorare gli stati di pericolo sulle strade romane e programmare gli interventi necessari di manutenzione».
«I ripristini prioritari da effettuare - spiega Ghera - saranno individuati con tutti i soggetti operanti sul territorio affinché vengano recepite le esigenze più urgenti, tenuto conto della vasta estensione del patrimonio stradale romano, con una lunghezza di circa 5.600 Km e una superficie complessiva di oltre 50 milioni di mq. Inoltre domani (oggi, ndr) i nostri uffici tecnici incontreranno le imprese addette alla manutenzione stradale per attivare un piano mirato a fronteggiare l’emergenza e richiedere un ulteriore potenziamento di mezzi e manodopera da mettere in campo». «Nel frattempo - conclude l’assessore - sono stati intensificati gli interventi, già in corso, di messa in sicurezza ed eliminazione degli stati di pericolo sulla rete di grande viabilità». Un piano straordinario per l’emergenza buche è stato studiato e programmato ieri anche dall’assessorato ai Lavori Pubblici del XIII municipio. L’assessore municipale Amerigo Olive ha convocato un vertice con i tecnici per affrontare lo stato in cui versano strade e marciapiedi del territorio. Il maltempo degli ultimi giorni, infatti, ha messo in ginocchio il manto d’asfalto di molte zone di Ostia e dell’entroterra, dove si sono verificate buche e avvallamenti. «Insieme ai responsabili dell’ufficio tecnico - spiega Olive - abbiamo preparato un piano d’emergenza che entrerà in vigore a partire da domani (oggi, ndr), tempo permettendo. In questi giorni, porteremo avanti interventi di risanamento stradale, incrementando le squadre di operai, che passeranno da due a otto. L’obiettivo è quello di mettere in sicurezza le arterie, non solo quelle ad alto scorrimento di traffico. Gli uffici hanno già predisposto un elenco di priorità, sia per Ostia che per l’entroterra».
Le rassicurazioni dell’assessore Ghera, che sta predisponendo un incontro con i tecnici delle circoscrizioni per monitorare e verificare lo stato di salute delle strade capitoline rovinate dal maltempo, tranquillizzano il Codici. «Accogliamo con soddisfazione l’iniziativa - commenta il segretario Codici Comune di Roma, Carmine Laurenzano - È necessario in questo contesto verificare anche l’operato delle ditte appaltatrici le quali dovrebbero provvedere a monitorare e verificare la manutenzione di tutte le strade del Comune. Infatti, la prevenzione e la cura delle strade dovrebbe passare proprio da queste ditte. Pertanto invitiamo il Comune a verificarenitorare l’operato delle società ppaltatrici e se necessario procedere alla risoluzione dei contratti di appalto laddove si riscontrassero inadempienze».