«Vi spiego come diventare miliardari»

Manila Alfano

A sentire lui diventare milionari non dovrebbe essere poi così difficile. Anzi, una delle ragioni per cui ha deciso di scrivere il manuale è proprio questa: «ogni persona dotata di un’intelligenza media, con un minimo di motivazione e una buona dose di costanza può tranquillamente aspirare a diventare ricco». Parola di Felix Dennis in persona. Uno degli imprenditori più noti della Gran Bretagna, il 65° nella lista degli uomini più facoltosi del suo Paese, editore, tra l’altro, del mensile Maxim.
Sì, ma perché un uomo così dovrebbe perdere un sacco di tempo a scrivere un manuale per insegnare ad altri a diventare ricchi come lui? «Mi diverte moltissimo l’idea di scrivere di una cosa di cui conosco così bene l’essenza». E allora è facile immaginarlo comodamente seduto nel suo «writer’s cottage», nella sua dépendance di scrittore, all’interno della sua mega villa di Mastique, un’isoletta nei Caraibi, mentre sorseggia vino pregiato, distante chilometri da rumori e scocciature della città.
Quella di Dennis è una storia che fa sognare. Partito senza un «penny» in tasca, una squallida stanza, molti mesi di affitto arretrati, senza un’idea precisa di cosa fare nella vita è riuscito a sfondare. «Non mi posso certo definire un genio della finanza - come sicuramente confermeranno i miei cari e agguerriti rivali» dice di sé Felix con un certo grado di modestia. La sua è stata una strada in salita ma vincente. E forse è proprio questo il vero segreto che vorrebbe condividere con i lettori del suo manuale. «Sentirsi vincenti sempre», perché in fondo diventare ricchi è un gioco, che si affronta a testa alta, senza paura di cadere, senza vergogna di sbagliare in pubblico. «Se ce l’ho fatta io ce la possono fare tutti», ma bisogna esserne convinti in modo assoluto. «La chiave del successo è la sicurezza dentro di sé di poter raggiungere l’obbiettivo». Una sfida da giocarsi fino in fondo, con rigore e con orgoglio, rialzandosi ogni volta con il coraggio di andare avanti. «I veri vincenti sono quelli che conoscono i propri limiti e li rispettano», assicura il milionario.
In meno di dieci anni Dennis è diventato davvero molto ricco. Quanto? Ovviamente non lo sa. «Come ogni milionario non so quantificare la mia ricchezza, potrei azzardare una cifra, e dire che è tra i 400 e 900 milioni di dollari escluse le tasse». Cinque case, tre proprietà, macchine di lusso, jet privati, centinaia di acri di terra, opere d’arte sulle pareti e naturalmente pieno di debiti. «Avete mai visto un uomo ricco senza debiti? Io non ancora». I debiti di Dennis ammontano a 30milioni di dollari suppergiù.
Ma per raggiungere il successo ci sono anche molti ostacoli da affrontare. Prima di tutto il duro lavoro: «Pensate ai vostri amici che lavorano. Voi dovrete lavorare molto più duramente e con molta più costanza di tutti loro messi insieme». Da mettere in conto dunque straordinari e domeniche passate su carte e documenti. «Per più di sette anni ho continuato a lavorare dalle 12 alle 16 ore al giorno, senza pausa, senza respiro. E tutto con l’unico chiodo fisso di fare soldi. Era patetico lo so».
Nessuno sconto, nessuna pausa. Fidanzate, mogli o amanti dovranno saper aspettare o rinunciare. Per loro, almeno all’inizio, non c’è spazio. Ma niente panico, il milionario non è una persona sola. Si potrà sempre rifare una volta che il conto in banca sarà diventato consistente. «La maggior parte di quelli che diventano ricchi vedono notevolmente intensificata la loro vista sessuale. I soldi equivalgono al potere e il potere è un ottimo afrodisiaco. Il denaro non mi ha reso felice ma ha definitivamente fatto impennare la mia vita sessuale». Parola di milionario.
Manila Alfano