Viadana e Treviso per lo scudetto Ko in semifinale Calvisano e Petrarca

L’ultimo drop va fuori di un niente. A sbagliarlo è il miglior marcatore della storia del rugby italiano. Un errore che regala al Viadana il biglietto per la seconda finale della sua storia dopo quella vinta nel 2002 contro il Calvisano. Per i bresciani, battuti 30-19, si ferma invece a Viadana la striscia delle sei finali consecutive che ha portato solo uno scudetto. Prima la meta di Nitoglia, poi l’uno-due di McGrath e Bortolussi che riaccendono la speranza del Viadana. Nella ripresa prima Scanavacca, poi Pilat indirizzano tra i pali quasi tutto quello che è possibile calciare. Ma l’ultimo drop, con la forza della disperazione, finisce al lato di un niente. In finale il Viadana troverà il Benetton che al Monigo ha liquidato un buon Petrarca Padova con un secco 20 a 5.