Viados clandestini nella casa a luci rosse

Tutti immigrati i responsabili di una casa d’appuntamenti messa su a Milano, in viale Fulvio Testi, e scoperta ieri dai carabinieri. A gestire la casa a luci rosse era un egiziano di 23 anni, Ahmed Osman, fermato - il gip ha già convalidato il provvedimento - per sfruttamento della prostituzione. Argentini, invece, e tutti clandestini i tre viados che lavoravano nel bilocale e che riuscivano a guadagnare sino a 15mila euro ciascuno. L’appartamento trasformato in casa d’appuntamenti era intestato ad un altro egiziano.