Viaggi a scrocco, pacchia finita

I viaggi della Camera di commercio di Pordenone vengono paragonati, per scherzo, a quelli di Marco Polo. Questa volta, però, il presidente della Provincia, Alessandro Ciriani (Pdl), ha stretto i cordoni della borsa. «In tempi di crisi penso sia giusto spendere i soldi per le necessità più urgenti. Ho tagliato il contributo di 12mila euro al Premio fedeltà al lavoro nel mondo» spiega Ciriani. La Camera di commercio già viaggia parecchio, compresa una missione di quest’anno in Cina. A fine ottobre doveva andare in Australia per consegnare il premio agli imprenditori originari del Friuli-Venezia Giulia. Invece partirà una delegazione più snella. In passato il viaggio per il premio è sbarcato in Brasile, Canada, Usa. Ciriani, presidente di Provincia più apprezzato d’Italia, è deciso: «La prossima sforbiciata riguarderà le missioni dagli emigranti nel mondo, che spesso si trasformano in viaggi ludici e ricreativi». FBil