Viaggiare su bus e tram? No, grazie

Somigliano sempre più a una via crucis i viaggi da un capo all’altro della città a bordo dei mezzi di trasporto pubblico. Ritardi, disfunzioni, ingorghi a non finire che negli ultimi otto anni hanno convinto il 24% dei pendolari metropolitani ad abbandonare autobus e metrò. Tram bloccati, linee interrotte, orari da località di provincia e non da capitale europea: se nessuno in Campidoglio osa pronunciare la parola «fallimento», è questa la sensazione a leggere i dati e le circostanze snocciolate dagli esponenti dell’opposizione e soprattutto dai cittadini che da dodici anni vengono martellati dagli inviti ad abbandonare i mezzi privati per - è proprio il caso di dirlo - attaccarsi al tram.