Viaggiava con un ovulo di eroina nello stomaco

Persi addirittura i pezzi per riparare l’idrocronometro del 1876

Nascondeva nello stomaco un ovulo contenente 20 grammi di eroina purissima il pusher che ieri è finito in manette alla stazione Termini. L’uomo, un tunisino di 44 anni, era noto ai carabinieri del gruppo San Giovanni in servizio anti-droga all’interno dello scalo ferroviario. Così, appena sceso dal treno, è stato fermato dai militari per una perquisizione. Trovatagli nelle tasche una dose di eroina, gli agenti lo hanno scortato in caserma per sottoporlo a una visita medica nel corso della quale è stata rinvenuta la droga. L’extracomunitario ora dovrà rispondere all’accusa di spaccio.