Viaggio alle radici dell’Annunciazione

Storia d’una ossessione. Che porta Laura Bosio a visitare immagini maggiori e minori dell’Annunciazione (Longanesi, pagg. 216, euro 15). A rintracciare, rileggere testi e fonti riconosciute o apocrife. In un viaggio attorno alla figura di Maria, dietro la figura di Maria, fino ai mitologemi ctonii che (forse) sono sue anticipazioni. Per ritrovarsi, sempre, dinanzi al mistero assoluto, all’evento a partire dal quale si spezza in due la storia umana. È un libro strano, borderline, anomalo. Perché si intravede, nella quantità di commenti a citazioni documentarie, nelle riflessioni a pioggia segnate dallo stupore per la presenza frontale del sacro, una tensione rara. Tutto è carico di pathos, nervi. E diventa indistinguibile dirimere quanto è detto in proprio dalla Bosio, quanto è già stato detto e riscritto.