Il viaggio attraverso le nuove tecnologie: appuntamento alla Scuola del Viaggio

La prima comunità creativa dei viaggiatori italiani, la <strong><a href="http://www.scuoladelviaggio.it/">Scuola del Viaggio</a></strong>, presenta l’ottava edizione della sua <strong><a href="http://www.scuoladelviaggio.it/programmass2011_ita.htm">Summer School</a></strong>, che si svolgerà nel Salento, a Specchia, dal 21 al 28 agosto. La sfida, quest'anno, è di raccontare il viaggio attraverso le nuove tecnologie

Venti studenti, cinque insegnanti, mille viaggiatori. Otto giorni, ventiquattro ore al giorno. E' questa la Scuola del Viaggio, la prima comunità creativa dei viaggiatori italiani, che presenta l’ottava edizione della sua Summer School, che si svolgerà nel Salento, a Specchia, dal 21 al 28 agosto 2011, in collaborazione con l’Assessorato al Mediterraneo, Cultura, Turismo della Regione Puglia, con l’Azienda di Promozione Turistica di Lecce e con il Comune di Specchia.

Per la prima volta e come novità assoluta in Italia, docenti e partecipanti si misureranno con la sfida di raccontare il viaggio attraverso le nuove tecnologie e condividere i propri reportage attraverso Facebook e Twitter. In particolare negli ultimi giorni i partecipanti affronteranno la prova più impegnativa: raccontare il Salento e la Notte della Taranta usando solo un cellulare di nuova generazione. Scrittura, fotografia, video e audio si declinano in forme nuove.

Per il resto la Summer School segue la formula ben rodata in 8 edizioni consecutive: 8 giorni, 30 studenti, 5 insegnanti (Guido Bosticco e Claudio Visentin per la parte di scrittura, Michele Ferrari e Andrea Canepari per fotografia e video, Federico Taddia per la sezione audio). Una didattica di alto profilo, con la giusta teoria e molta più pratica; e poi tanti incontri con grandi viaggiatori, musicisti...

Un'esperienza intensa fatta di laboratori, esplorazione del territorio, attenzione ai particolari, conversazioni sul tema della creatività in viaggio.

La Scuola del viaggio è un’associazione fondata nel 2005 da Claudio Visentin, docente presso l’Università della Svizzera italiana di Lugano. Nata come “spin off” universitaria, con gli atenei di Pavia, Pisa e Lugano, è oggi un'associazione nazionale di turismo sostenibile e responsabile (affiliata ad AITR) che raccoglie una comunità creativa e propone una riflessione di punta sul tema del viaggio. Ha per partner grandi editori (Touring, EDT, Guanda, Vallardi, Moleskine) e aziende (Space Hotels e Mondial Assistance). Nelle intenzioni del suo fondatore, Claudio Visentin, la Scuola del viaggio vuole portare conoscenza, apprezzamento e insieme consapevolezza e rispetto per i luoghi attraversati. Il rapporto nato nel 2010 con il Parco nazionale delle Cinque Terre continua ora nel Salento e intende rafforzare il legame fra il turismo responsabile e i luoghi più belli del Paese.

Informazioni pratiche:
Le iscrizioni sono aperte a tutti i maggiorenni fino a esaurimento posti, la domanda si presenta online (www.scuoladelviaggio.it), si viene selezionati dai docenti della Scuola. Il costo della Summer School è di 450 euro (400 per studenti universitari), cui si aggiungono le spese di viaggio, vitto e alloggio (con proposte di convenzioni a prezzi convenienti).