Viaggio in Etruria con auto d’epoca

Un viaggio attraverso i suggestivi paesaggi e le mitiche strade di Lazio, Umbria e Toscana per rivivere le emozioni e l’avventura delle corse anni Cinquanta a bordo di «vecchie signore» a quattro ruote. È l’obiettivo della prima edizione della Etruria Marathon, in programma dall’11 al 13 luglio. Si tratta della prima competizione per auto storiche che nasce e si sviluppa nel centro Italia. La manifestazione è stata presentata presso il Centro Sportivo Flaminio: madrina dell’evento la showgirl Giulia Montanarini, che parteciperà anche alla competizione in qualità di «navigatore» al fianco di Massimo Natili, presidente onorario della Viterbo Corse con un passato da pilota professionista (gareggiò in F1 all’inizio degli anni ’60 e alla 24 ore di Le Mans) e un presente da grande appassionato di auto d’epoca. «Non ha bisogno di un navigatore, sarò il suo portafortuna come alla Mille Miglia», ha commentato la Montanarini.
La gara, che si correrà anche in notturna, partirà il prossimo 11 luglio da Viterbo e proprio nella piazza del comune del paese si concluderà il giorno dopo. Il 13 luglio, i primi 30 equipaggi in classifica si contenderanno la vittoria affrontando le ultime prove speciali. Il percorso di 420 km attraverserà tutta la Tuscia, uscirà dal Lazio, taglierà una delle fette più belle dell’Umbria da Terni a Orvieto, della Toscana, prima di rientrare sul lago di Bracciano. Inevitabile, sulla via del ritorno, un passaggio per le vie storiche della capitale con pit stop notturno davanti a San Pietro in via della Conciliazione. Il percorso molto selettivo e impegnativo per le vetture iscritte secondo regolamento Csai, sarà composto da circa 30 prove cronometrate con controllo orario al minuto.\