Viaggio in farmacia. "Stia attenta è come una bomba"

Matthias Pfaender - Alessia Marani

Tra Milano e Roma, alla ricerca della «pillola del giorno dopo». Senza ricetta. Un viaggio lungo un pomeriggio tra le farmacie delle due città, dalle periferie al centro. Una «caccia al tesoro» conclusasi in un fallimento totale. Il regolamento è ferreo, e rigidamente applicato: senza adeguata prescrizione medica, niente farmaco.
Invano fingersi disperati, raccontare di non poter portare avanti una gravidanza non voluta, proporre di portare la ricetta il giorno dopo. Dietro al bancone sono inflessibili.
Dieci farmacisti romani su dieci hanno imposto il niet alla vendita del farmaco senza prescrizione, sette colleghi milanesi su sette hanno confermato il «divieto assoluto» di vendere il Norlevo o il Levonelle (i due prodotti più commercializzati) senza i documenti previsti per legge.

«Devo trattenere la ricetta per un anno - spiega il medico della farmacia romana di piazza di Spagna - se non ce l’ho sono guai». Sempre nella capitale, in via Nazionale il medico mette in guardia: «Questa pillola è una “bomba”. È bene parlare con uno specialista prima di prenderla». A piazza Barberini la dottoressa prova a consolare: «È in tempo. Vada al consultorio, magari un’ecografia le dirà che non è incinta», mentre a largo Brancaccio la farmacista non perde tempo: «Sei al limite, corri all’ambulatorio di via Toscana per la prescrizione». A Colle Oppio suggeriscono di «chiedere a qualsiasi dottore, non per forza a quello di famiglia». E di ripresentarsi con la ricetta.

Il ritornello suona identico anche a Milano. «Deve andare al consultorio, o dal suo medico di base. Oppure vada all’ospedale e si informi. Comunque, senza ricetta, il Norlevo non glielo possiamo proprio vendere» rispondono al bancone di una farmacia in zona Duomo.
«Non è la prima volta che qualcuno senza ricetta mi domanda la pillola per l’interruzione di gravidanza – racconta la titolare di una farmacia di viale Monza, periferia nord -. La gente dovrebbe essere meglio informata: per ottenere il Levonorgestrel (il principio attivo) la donna deve prima sottoporsi a una visita medica, che confermi la necessità dell’assunzione».