Viaggio in Liguria per il magazine della Fondazione

Storia, letteratura, spettacolo e gastronomia, paesaggi e natura. Si apre con un articolo del governatore Claudio Burlando intitolato Il mare, antico idioma, e si chiude con quello dedicato alla festa della marineria di la Spezia del prossimo giugno. In mezzo un allegato con il cd per l'omaggio al chitarrista genovese Vittorio Centanaro.
È stato presentato ieri mattina a Mentelocale dall'assessore Fabio Morchio il magazine trimestrale della fondazione regionale cultura e spettacolo che nei prossimi giorni sarà disponibile in alcune edicole, librerie, biblioteche e punti istituzionali. Viene diffusa anche in basso Piemonte e in Toscana. Gli articoli sono corredati anche da abstracts in lingua inglese. Si tratta di 145 pagine che Viaggio in Liguria dedica alla nostra terra e al nostro mare. Racconti che fanno conoscere le eccellenze della Liguria, ma anche i suoi tesori più piccoli e nascosti con approfondimenti sui principali obiettivi del turismo culturale. Il primo numero è interamente dedicato al tema del mare e del legame con la costa, spaziando da Imperia a La Spezia, dall'archeologia alla pesca solidale, da Fabrizio De Andrè alla promozione turistica nei manifesti del Novecento, dai santi del mare ai poeti che hanno amato la Liguria, dalla curiosità storica che vede i genovesi già commercianti e consumatori di caviale nel medioevo alla visita di Portofino di Manuel Vasquez Montalban in cerca di un ricetta segreta per cucinare un piatto a base di scampi.
Allegato al primo numero c'è il cd di Centanaro. Un omaggio all'artista genovese, che ha collaborato con numerosi musicisti fra i quali Fabrizio De Andrè, e ai suoi 80 anni compiuti proprio ieri. In edizione limitata si potrà acquistare quindi il disco che contiene le canzoni dei trentatrè giri Viva la rosa e Concerto di Portofino. I pezzi forti del suo repertorio e delle sue musiche.