Viaggio nel mondo globale, migrante e «sans papier»

Migrazione, globalizzazione, intercettazione: che cosa hanno in comune i tre fatti fondamentali del mondo contemporaneo? L'essere senza carta, ma non senza scrittura. In che senso? È uscito da pochi mesi il saggio «Sans Papier. Ontologia dell'attualità» del filosofo Maurizio Ferraris. I sans papiers, al plurale, il senza carta al singolare, è il prototipo dei migranti ma anche dell'uomo moderno. Oggi le registrazioni avvengono soprattutto in modo virtuale, che sta alla base della globalizzazione. E dell'intercettazione. Anche senza carte, basta avere un telefonino ed eccoci tracciati, rintracciati, intercettati... Attualissimo.
«Sans Papier. Ontologia dell'attualità», Castelvecchi, pp. 231, 14 euro.