In viaggio nel mondo parallelo di Balzac

Questa estate consiglio di andare in vacanza con il secondo volume della Commedia Umana di Balzac (Meridiani Mondadori, 1828 pagine, 49 euro). Ora dopo ora, giorno dopo giorno sprofonderete in un mondo parallello dove nomi, personaggi, luoghi, ambienti si riconcorrono e si intrecciano. È un’immersione così assoluta e così felice che vi farà capire quanto avesse ragione Oscar Wilde: «La frequentazione costante di Balzac trasforma i nostri amici viventi in ombre, e i nostri conoscenti in ombre di ombre. Chi avrà mai voglia di uscire per andare a una serata mondana e incontrarvi il suo amico d’infanzia Tomkins, quando può starsene a casa in compagnia di Lucien de Rubempré?». Lucien de Rubempré è l'eroe delle Illusioni perdute e di Splendori e miserie delle cortigiane, ovvero il ritratto della Francia postnapoleonica, ancora monarchica ma già repubblicana, come nessun altro scrittore ha mai saputo raccontare.