Viaggio nella centrale nucleare dove «abita» il falco pellegrino

Egl Italia - società del Gruppo svizzero Egl, sede a Genova, alla Fiumara, dal giugno del 2000 con l’obiettivo di operare sul mercato libero italiano dell’energia e del gas naturale - ha una partecipazione del 16 per cento nella centrale di Leibstadt. L’azienda, che si colloca fra i primi operatori nazionali del mercato energetico, in ambito commerciale e produttivo, e come primo importatore di energia elettrica, si dedica periodicamente allo sviluppo della conoscenza delle problematiche di settore anche tramite incontri e convegni specifici. Il più recente, dal titolo «Mercati e borse dell’energia in Italia», si è svolto a Milano, nei locali della Camera di Commercio Svizzera in Italia, ed è stato promosso in collaborazione con l’Aiget-Associazione Italiana Trader e Grossisti, e l’Efet-European Federation Energy Traders. Occasione dell'incontro sono stati i sei mesi dall'avvio della borsa dei derivati e l'imminente riforma del mercato: sono stati analizzati i risultati e le aspettative del settore trading di energia che inevitabilmente risente della congiuntura economica. Numerosi gli interventi di esperti del settore, e rappresentanti di enti, università e istituzioni tra cui Paolo Vigevano, Massimo Ricci , Angelo Biancardi, Nicolas Beltrand, Marco Andrea Cuel, Stefano Fiorenzani e Stefano da Empoli.