Viaggio nella vecchia Milano

Piero Mazzarella e Rino Silveri sono i protagonisti di «A Porta Romana»

Una coppia ben consolidata, cementata da una professione comune, da una forte stima reciproca e da una sincera amicizia. Del resto, il pubblico milanese ha imparato da tempo ad abbinare i loro nomi e ad apprezzarne l'enorme talento.
Ora saranno gli spettatori del Teatro San Babila a gustarsi l'ennesimo spettacolo portato in scena dal duo Mazzarella-Silveri protagonista di A Porta Romana, un viaggio a ritroso tra i ricordi di una Milano genuina, un brillante amarcord animato da bisticci, capricci, ricordi e nostalgici souvenirs. Il mattatore Piero Mazzarella, dopo il sodalizio con il Piccolo Teatro e senza dimenticare la recente grande interpretazione ne La Leggenda del Santo Bevitore di Joseph Roth, diretto da Andrée Ruth Shammah, ritorna sulla scena al fianco del suo fratello d'arte Rino Silveri che, oltre a vestire i panni dell'anziano musicista Graziano, dirige lo spettacolo scritto a quattro mani con la collaborazione di Jacopo Rodi. Rivestendo gli abiti dei milanesi, i due attori, per anni portavoci della nostra tradizione dialettale, danno vita a due ex colleghi musicisti ultrasettantenni.
Fausto e Graziano, accomunati dalla medesima passione per la musica, si ritrovano in una casa di riposo a condividere la stessa stanza e identici ricordi. È con grande simpatia e con picchi di naturale comicità, che i due vivono la loro quotidianità ravvivandola con le emozioni, rinvigorendo il tran tran con continui contrasti e vivaci tregue. Fra liti e pettegolezzi, fra provocazioni e discussioni, sano nutrimento di un'amicizia veramente ferrea, Fausto confessa al compagno di essersi sposato con una bella ragazza poco più che ventenne. Sarà l'attrice Cinzia Bregonzi, secondo il regolamento dell'ospizio, in diritto di condividere la stanza con il suo compagno, a creare gelosie e ripicche tra i due anziani signori. Sorta di terzo incomodo, Graziano si sente estromesso dalla sua posizione dominante, dalla sua condizione di sicurezza sentimentale ed emozionale. Tuttavia, il legame tra i due simpatici signori è talmente saldo che il sopraggiungere della giovane è solo occasione per rivitalizzare il rapporto tra i due, sempre pronti a catapultarsi nel passato e nei ricordi del Palasun, quello di via Sannio a Porta Romana.
A porta Romana
Teatro San Babila
Fino al 1 luglio (martedì - venerdì h21, sabato h 16 e 21)
biglietti da 31 euro a 19,50