"Viaggio in regalo, se compri". Così i negozi attirano i clienti

Biglietti aerei in omaggio per l’acquisto di un set di valigie L’intimo diventa 3x2. Alle Colonne caffè a metà prezzo. Sulle vetrine slogan che "ammiccano" ai passanti

di Giulia Ossola

Tira aria di crisi e si respira passeggiando anche per le vie di Milano. Eppure sembra che a vincerla, ancora una volta, siano proprio le strategie commerciali con la trovata degli sconti fuori stagione.
Qualche tempo fa, ancora sbigottiti dall’andamento dell’economia, i negozianti lamentavano di continuo gravi perdite di guadagno e momenti di vuoto desolanti nei loro punti vendita. Le facce tristi di costoro si facevano sorridenti all’entrata di qualche cliente, ma tornavano cupe sentendo affermazioni del genere: «È solo per dare un occhio, grazie», oppure «Non posso davvero permettermelo, magari con i saldi dopo Natale».
Appunto fino a qualche tempo fa, i commercianti milanesi si limitavano «a osservare» con disincanto questa triste realtà; di recente hanno capito che bisognava trovare un rimedio, insomma, bisognava inventarsi qualcosa. E meglio dei saldi cosa c’è? La strategia del «Inventiamoci qualcosa per vendere...» sta portando buoni frutti. Il risultato è che ora è diventato impossibile camminare per le vie della città senza notare vetrine addobbate da capi scontati e costellate da cartelli che illustrano «iniziative anticrisi» di ogni genere.
Nei negozi di Milano si va dalle scritte calcate che promettono «Pioggia di sconti» a messaggi incisivi, come «Novembre ti sorprende», lasciati sullo sfondo delle pareti, dai simboli stradali camuffati da «Super prezzi in corso» alla dichiarazione «Sconti così non li avete mai visti». Al di là degli attraenti slogan pubblicitari, l’idea più curiosa e accattivante riguarda le numerose iniziative volte a far comprare più del necessario.
Così può capitare che se una sola valigia venduta non basta a svuotare i magazzini del negozio «Segue» in Corso Buenos Aires, acquistando un set di tre trolley si può avere in omaggio un buono per un biglietto A/R per una capitale europea e la tessera del CTS inclusa, a soli 159 euro. Da «Amarena Chic» in corso di Porta Ticinese, per ogni acquisto effettuato si avrà diritto allo sconto del 20 per cento valido per il prossimo. Nei negozi «Carpisa» si possono prendere due borse con un risparmio di 5 euro. In via Torino spopolano negozi con promozioni sulle scarpe: un paio a 30 euro, due paia a 50 euro. Le catene di abbigliamento, intimo in particolare, propendono invece per il 3x2 e omaggi vari al raggiungimento di una quota stabilita. E non finisce qui: in zona Isola e intorno alle Colonne di San Lorenzo, si può bere un caffè a soli 50 centesimi. L’unica avvertenza rimane quella di stare attenti alla qualità prima di ogni acquisto, perché anche se può sembrare un vero affare, si sa che quando si tratta di saldi la merce è più difficile da cambiare.