In viaggio con valigia (dalle vette alle tournée)

Tutta la filosofia Piquadro negli stili di vita dei suoi cinque testimonial: «Siamo cavie di un nuovo modello di persona»

Lucia SerlengaPersone, non personaggi, «individui intraprendenti che non si nascondono dietro false sicurezze ma mettono a disposizione i propri talenti» dice Marco Palmieri, presidente e amministratore delegato della Piquadro, a proposito dei protagonisti del nuovo concept di comunicazione ideato per il lancio della linea viaggio primavera-estate 2016. «Cinque soggetti che credono nella propria capacità di autodeterminarsi» continua presentando i Passengers di questa campagna che cambia ritmo e filosofia a catalogo e sito internet. Ed ecco il tipo decisamente «tech» Massimo Temporelli, scienziato, scrittore e fondatore di FabLab, il «sartoriale» Carlo Palmas, musicista in tournée in tutto il mondo, il business traveller Marco Tognetti, manager per la cooperazione internazionale, l'avventuroso Federico Colli, alpinista e allenatore federale di sci alpino e l'imprenditrice Olivia Martinetti, proprietaria del locale milanese Gattò. Attraverso le loro storie anche le diverse anime di Piquadro - 49,8 milioni di euro di fatturato nei primi nove mesi del 2015 con un aumento del 2,7 per cento rispetto all'anno precedente - prendono vita nei rispettivi mondi di riferimento tracciando un ritratto di altrettanti modi di esplorare il mondo. «Ci sentiamo veri e propri beta tester di prodotti Piquadro» dicono i testimonial da consumatori ideali. «Questa esperienza è una ricerca applicata dell'azienda: ci fornirà preziose informazioni sui gusti e sulle esigenze del nostro pubblico» aggiunge Palmieri felice di aver dato vita a un format molto interessante. Il catalogo da una semplice raccolta di prodotti si trasforma in una guida e in una experience di prodotto, come del resto il sito internet che guida il pubblico on line nelle scelte. Così Massimo Temporelli che si occupa di diffondere la cultura scientifica e tecnologica, scegliendo la linea Piquadro Tech, risponde a un suo intimo bisogno di guardare al futuro facendosi guidare dalle parole innovazione e invenzione. «Il mio pezzo iconico? Sicuramente il trolley Coleos, diverso da tutti gli altri» racconta il fisico che nel suo bagaglio perfetto, leggero ed essenziale, non dimentica mai un personal computer, un libro e una pinza multiuso. Il musicista, autore e compositore Carlo Palmas, con la tastiera, sua inseparabile compagna di viaggio e di successi - tournée mondiali con Laura Pausini e con Il Volo - sceglie Piquadro Sartoria. «Per me il viaggio è un'evasione dalla normalità.Una scarica di adrenalina al banco del check-in» racconta indicando come pezzo icona, lo zaino dal quale non si separa mai ma anche come bagaglio perfetto, il trolley da cabina che può essere portato anche come zaino e che ha una tasca per ognuno dei suoi accessori indispensabili: laptop, telefoni, iPad, iPod con cuffiette (per la sua musica durante il volo), l'InEar Monitor per i concerti, spartiti, penne e tanto altro.Marco Tognetti, il manager che scova potenzialità di cooperazione nascoste all'interno delle aziende, sceglie la linea Business di Piquadro per poter viaggiare in tutto il mondo non dimenticando mai la sua borsa porta computer espandibile della linea Modus. Emozionante anche il racconto dello sciatore Federico Colli che dopo essersi lasciato alle spalle una brillante laurea alla Bocconi, risponde al richiamo della montagna per fare l'alpinista, il freerider, il preparatore atletico e il discesista del ripido. Il primo italiano ad aver sfidato l'Icefall con gli sci, il bocconiano conquistatore dell'Himalaya, punta su Piquadro Travel raccontando che «Il viaggio è avventura ed è il miglior modo per conoscere nuove culture e se stessi». Dalla vette alla cucina, il percorso può essere breve con l'imprenditrice Olivia Martinetti, titolare di Gattò, ristorante-boutique unico nel suo genere, nel centro di Milano. «Ho voluto inventare qualcosa di davvero mio per potermi distinguere» racconta la quarta di quattro gemelle che ha scelto una strada complicata per potersi esprimere. Il suo bagaglio perfetto? Obbligatoriamente multitasking.