Viale Puglie avrà il suo parco

Chi abita intorno a viale Puglie aveva chiesto un nuovo parco. Uno l’avevano già, ma era in pessimo stato. Il Comune aprì un cantiere su buona parte delle sue proprietà. E i lavori del parco Alessandrini finirono nel 2003. Ma il polmone verde di viale Puglie è ancora incompleto. Ora Palazzo Marino ha deciso di impiegare parte delle risorse straordinarie, magari prendendole «dalle entrate derivate dalla vendita di Sea» per completare il secondo lotto del parco.
È quanto ha chiesto ieri l’aula di Palazzo Marino, approvando un ordine del giorno presentato dal consigliere dei Ds, Marco Cormio.
Il documento invita l'amministrazione «a provvedere alla predisposizione del Piano d'esproprio dell'area di proprietà della Sanitaria Ceschina», con una «spesa di circa 4 milioni e 800mila euro», come ha spiegato Cormio, e a «concludere la progettazione esecutiva entro la fine dell'anno, in modo da inserire l'opera nel Piano di finanziamento delle Opere pubbliche 2006». L'ordine del giorno ha avuto il parere positivo della giunta ed è stato approvato con 32 voti a favore, nessun contrario e uno astenuto.