«ViaMilano»: a Malpensa è atterrato il biglietto unico

Non sono grandi numeri, ma il progetto Via Milano della Sea fa passi avanti. Lanciato sperimentalmente lo scorso anno e inaugurato in giugno, oggi si propone al pubblico con strumenti facilitati in grado di fare crescere la domanda. Ma prima forse è meglio ricordare di che cosa si tratta.
Malpensa ha perso il suo ruolo di hub, ovvero di aeroporto di connessione, dopo l’abbandono, tre anni fa, da parte dell’Alitalia. Il sistema di hub, che viene alimentato da rotte di breve raggio i cui passeggeri vengono poi smistati sul lungo raggio, si basa su due presupposti: un grande aeroporto e una grande compagnia. Malpensa, con 18,7 milioni passeggeri all’anno, 3.500 voli alla settimana e 180 destinazioni, è un aeroporto internazionale le cui potenzialità di hub restano inespresse per la frammentazione dei vettori. Così la Sea ha ideato Via Milano: un servizio commerciale che permette al viaggiatore di fare perno su Malpensa, mettendo egli stesso in connessione i due voli, di breve e di lungo raggio, di compagnie diverse. Esempio: se la città di partenza è Catania e la destinazione finale Singapore, il volo può essere acquistato “via Milano“, passando da Malpensa, anche se l’offerta non porta il marchio di una compagnia o di un’alleanza; in questo caso il coordinamento è della Sea stessa. Il vantaggio è soprattutto di prezzo, perché sull’aeroporto lombardo convergono numerose compagnie low cost, a cominciare da Easyjet, che a Malpensa è la prima per numero di passeggeri.
I biglietti sono due, quelli corrispondenti alle due tratte, e finora dovevano essere acquistati separatamente in agenzia sui siti delle due compagnie individuate grazie a quello di Via Milano (www.flyviamilano.eu). Oggi - ecco la novità - l’acquisto è possibile sul sito Volagratis, con il quale la Sea ha annunciato un accordo attraverso Bravofly, uno dei maggiori operatori del turismo online in Europa e Dohop, società islandese che sviluppa motori di ricerca per il settore. Sea-Mapensa, con questo passo avanti di semplificazione, migliora un servizio assolutamente originale, che non ha precedenti nel mondo. Va ricordato che la Sea offre ai passeggeri di Via Milano un’assistenza dedicata per i bagagli, ritirati e rispediti in tempi rapidissimi, il transito senza code, un buono acquisto da spendere nei negozi del duty free. I numeri, come dicevamo, non sono vistosi ma alla società aeroportuale sono ugualmente soddisfatti, consapevoli che il grosso pubblico si affaccerà al servizio solo quando sarà programmata una massiccia campagna di lancio. Dal dicembre 2010 al maggio 2011 i passeggeri di Via Milano sono stati 2.400, con 1.300 bagagli gestiti. Da dicembre a ottobre il totale è stato in progresso, 10.300 passeggeri e 6.100 bagagli: negli ultimi cinque mesi i passeggeri sono triplicati, grazie anche alla stagionalità estiva. Catania è il principale scalo sia per provenienza che per destinazione. La rotta europea più scelta è Praga-Barcellona. In Europa principale destinazione è Amsterdam, principale scalo di partenza Parigi. Prima destinazione intercontinentale è New York.