Vianini Industrie guarda all’estero per acquisizioni

Vianini Industrie «sta studiando una diversificazione dell’attività in Italia e opportunità di mercato all’estero». Così Alessandro Caltagirone, presidente della società, interpellato da «Radiocor» al termine dell’assemblea che ha approvato all’unanimità il bilancio e rinnovato gli organi per il prossimo triennio. Per il 2008 la società controllata dal gruppo Caltagirone stima ricavi per 16 milioni grazie ad un portafoglio ordini che «ci dà tranquillità». Secondo Caltagirone la società attende «l’occasione giusta» per impegnare l’alta liquidità di cui dispone (circa 65 milioni). La ricognizione in corso sui mercati esteri è focalizzata soprattutto fuori dall’Europa, ha spiegato il presidente riconfermato per il prossimo triennio. La Vianini opera nel settore delle traversine per linee ferroviarie e rivestimento delle gallerie delle metropolitane ed è fornitore di Rfi che nel primo semestre di quest’anno dovrebbe avviare la procedura concorsuale per l’affidamento delle forniture per il triennio 2008-2010. Vianini ha siglato nel settembre scorso un contratto con il Comune di Roma del valore di 23,3 milioni e c’è l’eventuale possibilità di realizzare un’ulteriore tranche di 8,4 milioni. Il bilancio 2007 si è chiuso con un utile di 3,2 milioni con cedola a 4 centesimi.