Le Vibrazioni alle Capannelle Ecco il rock ironico e melodico

Il loro nuovo album ha già scalato le classifiche di vendita

In solo due anni dall’uscita del loro album di debutto «Le Vibrazioni» (BMG Ricordi) i quattro giovani milanesi Francesco Sarcina (voce, chitarra, autore e compositore), Stefano Verderi (chitarra), Marco Castellani (basso), Alessandro Deidda (batteria) hanno di che essere soddisfatti: il loro primo album ha venduto oltre 300mila copie, valendogli anche due Italian Music Award. Il gruppo ha saputo cavalcare il successo con intelligenza e spirito di sacrificio portando in giro per ben due anni il loro primo tour. A marzo di quest’anno, poi, è arrivato il secondo attesissimo album: «Le Vibrazioni II» che contiene il pezzo «Ovunque andrò», passato con successo all’ultimo festival di Sanremo. Una soddisfazione che questa sera (ore 21.30) potranno toccare con mano davanti alla «platea» dell’ippodromo delle Capannelle, dove la formazione milanese è attesa in uno dei concerti più caldi del «Roma Rock Festival» nel programma di «Fiesta!».
Il gruppo nasce a Milano nel ’99: le quattro Vibrazioni frequentano la stessa sala prove autogestita nell’hinterland milanese, quasi un centro sociale musicale, e sono accomunati dall’amicizia e soprattutto dallo stesso amore per la musica rock delle origini, passione che li estrania dal panorama musicale degli ultimi decenni per concentrarsi sulla musica dei loro padri, scoperta fuggendo da adolescenti dai suoni anni ’80 e mai più abbandonata. Determinante è poi l’incontro con il produttore Demetrio Sartorio, che trova la chiave di volta per far uscire Le Vibrazioni dal ghetto del «rock da cantina», di cui comunque mantengono orgogliosamente lo spirito ironico, scanzonato, il divertimento di stare insieme e soprattutto di suonare davvero.
Ingresso: 10 euro. Info: 06/7182139

Annunci

Altri articoli