A Vicenza va in onda il Palladio a colori

Povero e scolorito? No, benestante e rosso. O, almeno, rosato. Andrea Palladio (1508-1580), non era figlio di un povero mugnaio, ma di un facoltoso imprenditore. E, soprattutto, per le sue armonie prospettiche si aiutava con i colori. Tracce di vernice rossa sono state infatti rinvenute in alcune dimore progettate dal grande architetto e in San Giorgio a Venezia. Gli esperti del Centro internazionale di Studi di architettura Andrea Palladio di Vicenza, sulle prime sono impalliditi, non credendo ai propri occhi. Poi hanno trovato nellÂ’Archivio di Stato di Venezia un documento del 1652 in cui si ordinava la ripulitura delle colonne. E hanno ripreso colore.