Il vicepresidente Beccalossi: «Chiesto a Bersani un provvedimento urgente»

«È assurdo e inammissibile rischiare di mandare in fumo una delle iniziative più intelligenti degli ultimi anni per un semplice cavillo burocratico». Lo ha detto Viviana Beccalossi, vice presidente della Regione Lombardia e assessore all'Agricoltura, dopo l'incontro avvenuto a Brescia con i rappresentanti dell'Associazione Regionale Allevatori della Lombardia (ARAL), relativamente al problema che ha portato al blocco dei distributori di latte crudo. Infatti, secondo la normativa vigente tali distributori, per essere pienamente a norma, devono essere soggetti alla procedura di piombatura dei contatori, come già avviene per altri distributori come, ad esempio, quelli della benzina.
«In qualità di assessore all'Agricoltura della Lombardia - spiega Beccalossi - ho deciso di firmare la petizione perché voglio ribadire ai produttori di latte della Lombardia, regione in cui si produce il 40% del totale nazionale, che siamo al loro fianco in questa battaglia. Ho già inviato una lettera al ministro Bersani per sensibilizzarlo sulla necessità di un provvedimento urgente».