«Vicinanza e cordoglio alla comunità milanese»

Vicino e commosso. Il presidente della Repubblica, Giorgio Napolitano, è scosso dalla tragedia che ha colpito via Lomellina 7, in particolare il suo pensiero vola a Francesco, il piccolo di 7 anni morto sotto le macerie. «Con profonda commozione desidero esprimere sentimenti di vicinanza e solidarietà alla comunità milanese, duramente colpita dal tragico crollo dell’edificio di via Lomellina, che è costato la vita a quattro persone, tra cui una in giovanissima età». La commozione è tale che il presidente ha sollecitato il sindaco di Milano affinché faccia arrivare personalmente il suo messaggio di solidarietà ai familiari delle vittime: «La prego, signor sindaco - prosegue il capo dello Stato - di far pervenire ai familiari delle vittime il mio partecipe cordoglio al loro grande dolore e ai feriti l’augurio di pronta guarigione».