Video choc sul web Ragazzo down torturato a scuola

L’adolescente picchiato dagli altri studenti

da Milano

La procura di Milano ha sequestrato un filmato di 3 minuti e 11 secondi, arrivato al ventinovesimo posto tra i più scaricati su Google, che testimonia la tortura di un ragazzo down da parte dei compagni di classe. «Video divertenti». Bastava cliccare su questo link per vedere il video. La storia è giunta tre giorni fa sul tavolo del pm milanese Corrado Carnevali, dopo la querela presentata dall'associazione Vividown. Ora i pm stanno indagando per identificare il ragazzo che picchia il giovane down e il regista del film. E l'associazione Vividown ha denunciato anche Google: «Vista la capacità di diffusione - scrive l'avvocato Guido Camera - è evidente che attento e consapevole deve essere il controllo dei video che possono essere scaricati dal sito».
Dalle immagini si vede una classe di una scuola superiore italiana, con studenti di diciassette, diciotto anni. A un certo punto viene fatto entrare un ragazzo down, viene condotto al centro della classe, messo di spalle per mostrare il sedere, i pantaloni sporchi. Poi, un ragazzo magrolino, gel nei capelli, gli dà una sberla sulla pancia, quindi una spinta e un colpo in faccia. Poi il «lancio». Il ragazzo down è solo davanti alla lavagna e i compagni cominciano: «Vai con il lancio». Parte un libro e lo colpisce in pieno. E il regista: «Aspetta, rifatelo, non è venuto». E allora si ripete, finchè lui perde gli occhiali e d'un tratto capisce, fa per piangere, cerca di difendersi. Ma lui non può: «Cretino, buuhhh», urla la classe.