Video hard a Lecce Indagata la prof

È finita sul registro degli indagati la professoressa salentina protagonista di un video hard girato con alcuni studenti e finito poi sul sito «YouTube». L’ipotesi contestata alla donna dal sostituto procuratore di Lecce Maria Cristina Rizzo è di atti sessuali su minori. Nel filmato, ripreso con un telefonino, la donna appare mentre, seduta alla cattedra, viene palpeggiata sul fondoschiena da alcuni studenti, che le infilano anche la mano nei pantaloni. La professoressa afferma di essere stata vittima inconsapevole di una situazione poi degenerata. Le riprese sarebbero state fatte nel 2004 in una scuola media superiore privata ma di esse l’insegnante (che ora lavora in un altro istituto) non sarebbe stata a conoscenza.