Video con omicidi nei cellulari «horror» di bande di teppisti

Anche in Svizzera circolano ormai sui cellulari gli snuff movie, sequenze video che presentano l'uccisione dal vero di una persona. La polizia di Appenzello Esterno ha confiscato ad un giovane di 17 anni un telefonino su cui erano stati caricati filmati estremamente brutali. Il cellulare in questione è stato sequestrato al termine di una rissa dopo un concerto rap. Il giovane proprietario, di nazionalità svizzera, è noto alla polizia e secondo la polizia appartiene ad una «banda di ragazzi veramente dura». I video che mostrano omicidi sui cellulari sono comparsi per la prima volta in Germania nel maggio scorso: uno scolaro di 15 anni aveva diffuso un video che mostrava una vittima sgozzata con il coltello. L'Ufficio federale di polizia non è comunque in grado di dire se in Svizzera si stia assistendo alla diffusione di questo tipo di videoclip: il perseguimento penale di questi atti è infatti di competenza cantonale, ha precisato il portavoce dell'Ufficio Guido Balmer.