Il video: «Sono un vampiro»

«Sono un vampiro, un extraterrestre, un alieno sulla Terra». Frasi confuse e sconnesse in un inglese approssimativo, alternate a bizzarre boccacce e smorfie: è il contenuto del video che Rudy Guede ha girato e messo su YouTube nello scorso febbraio. Immagini prive di senso, quanto milioni di altre sul popolare sito web, ma che fanno effetto viste alla luce delle notizie sul coinvolgimento del giovane nel delitto di Perugia. Il video si intitola «boy in da house», ragazzo in casa e sul suo profilo «Rudyhermann» scrive solo «ciao carissimi amici qui se sta un bene da dio. Ditteme tutto e chidetteme tutto», come città di provenienza indica Milano. Il video forse è girato in casa dei «genitori» affidatari italiani: si conclude con una voce di donna adulta che lo chiama per nome. In calce al video ieri sono comparsi decine di messaggi di insulti e uno che lo difende.