Vieira: «Sono choccato, credevo di conoscere gli italiani, invece...»

da Milano

Dopo polemiche e insulti, i fischi alla Marsigliese. Oltraggio! Urlano i francesi. I giornalisti chiedono: ma fischiavate proprio la Francia e il suo inno? Per amor di patria e di civiltà, Donadoni ha diretto tutto contro Domenech malalingua che, fra l’altro, ieri ha cercato di forzare il blocco che gli impediva di entrare negli spogliatoi. Patrick Vieira a Milano ha messo casa, ne è uscito stravolto. «Sono choccato», ha raccontato. «Pensavo di conoscere bene il pubblico italiano. Ma mi sbagliavo». Starà già pensando di andarsene. Thuram ha cercato di capire. «Purtroppo ci sono sempre i fessi che fischiano. Ma è importante che fra noi giocatori ci sia rispetto e c’è stato. L’Italia è un grande Paese, in cui si vive bene: non parlate di razzismo o altro». Ribery non conosce l’Italia, ma ha conosciuto gli italiani. «Terribile, è troppo brutto non riuscire a sentire l’inno».