Vieri va sotto i ferri: addio alla maglia azzurra

Aldo Meluccio

Bobo Vieri ci ha sperato fino all’ultimo e con lui anche Marcello Lippi che voleva l’ex interista aggregato alla compagnia azzurra in marcia verso il mondiale di Germania. Invece l’attaccante ha dovuto deludere la fiducia del ct che dopo il suo infortunio aveva detto: «Christian non può ancora reggere allenamenti intensi, ma deve sperare, fino al 15 maggio tutti hanno il diritto di vivere la favola». Sogni dunque svaniti per Vieri, che nei prossimi giorni andrà sotto i ferri per un intervento al ginocchio sinistro. La decisione di operarsi arriva dopo giorni di attesa e di voglia di recupero: Bobo non avrebbe mai rinunciato, dando buca a Lippi e ai tifosi, ma conosceva l’entità dell’infortunio che gli era occorso il 27 marzo dopo soli 8’ di gioco del derby di Francia tra il Monaco e il Saint Germain, in seguito a uno scontro con Mendy. Dagli esami fatti a Milano si è evidenziata una lesione meniscale con interessamento del legamento esterno. I tempi di recupero non sono lunghi in assoluto (la società monegasca attende Bobo per la preparazione della prossima stagione), ma sufficienti per far cadere l’occasione azzurra. Adesso Lucarelli e Inzaghi aspettano notizie dal tecnico e sembra che la scelta cadrà proprio su uno dei due visto che per Iaquinta e Cassano non ci sono spiragli. Inzaghi si dice dispiaciuto per il suo amico Vieri, ma scalpita già a bordo campo e Lucarelli è pronto ad andare a piedi da Livorno a Viareggio, a casa del ct, come ha promesso di fare se Lippi lo convocherà.