Vigilante spara durante una lite Ragazzo in fin di vita

Una lite per motivi di viabilità in piena notte è finita ancora una volta nel sangue. Vittima un ragazzo di 27 anni che è stato centrato in piena fronte da un colpo di pistola. A far fuoco una guardia giurata, durante il diverbio, di cui non è ancora chiara l’esatta dinamica. Ha estratto la pistola ma lui sostiene di averlo fatto per difendersi durante la colluttazione. I tre amici della giovane ferito, che si trovavvano con lui in auto, raccontano invece una storia diversa. Il ventisettenne si trova ora ricoverato in condizioni disperate all’Ospedale Civile di Brescia. L’episodio è avvenuto a Sarezzo, in via Dante, alle ore 4.30 dell’altra notte.
Arrestata la guardia giurata che, ai carabinieri, ha raccontato di essere stato aggredito e di essersi solo difesa. Il colpo sarebbe partito accidentalmente, stando alla sua versione. Diversa la testimonianza dei tre amici del 27enne, i quali raccontano che appena l’amico è sceso dall’auto (sembra che la lite sia nata perché la macchina del vigilantes avesse imboccato contromano un senso unico) si è trovato di fronte l’uomo in divisa con la pistola in pugno. Sono stati gli amici della vittima, successivamente, a disarmare la guardia giurata e chiamare i militari.