LA VIGILANZA

La Commissione parlamentare di vigilanza ha approvato gli articoli 17 e 19 dell’atto di indirizzo sul pluralismo a firma Alessio Butti, Pdl. Il primo prevede «precise sanzioni in ordine all’attendibilità e alla qualità delle notizie diffuse». Il secondo non consente, per due anni dalla fine del mandato, «la conduzione di programmi di approfondimento a chiunque abbia assunto ruoli politici nazionali». Approvato anche un emendamento Pd sulle «quote rosa», mentre ancora bloccati rimangono gli articoli 16 sui conduttori «a targhe alterne» e 20 sugli editoriali dei direttori Tg e Gr.