Vigile aggredito, identificati cinque ragazzi

Ghera (An): «Ennesimo episodio, servono adeguate dotazioni e armi»

«Forse speravano di farla franca. Ma non avevano fatto i conti con la speciale squadra di polizia giudiziaria del I Gruppo Centro Storico della Polizia Municipale». Squadra che ieri mattina ha annunciato l’individuazione dei cinque autori dell’aggressione ai danni di un anziano vigile urbano a Testaccio. L’episodio risale a sabato sera, quando nei pressi di un varco d’accesso alla Ztl cinque ragazzi avevano aggredito con calci e pugni un vigile urabno che stava tentando di fare spostare una macchina piazzata in mezzo alla strada.
«Un deprecabile fatto - dichiara il comandante del I Gruppo Carlo Buttarelli -, ad uno ad uno i ragazzi sono stati acciuffati, chi presso la propria abitazione, chi presso le scuole, e condotti al Comando del I Gruppo della Polizia Municipale». «Qualcuno ha pianto, qualcun altro ha cercato di negare - prosegue Buttarelli - ma alla fine sono stati costretti a confessare l’aggressione. Le posizioni dei cinque giovani, risultati tutti ventenni e studenti incensurati, residenti in gran parte a Monteverde, sono state attentamente vagliate dai vigili urbani, ma solo per due di loro è scattata la denuncia per violenza e lesioni a pubblico ufficiale, essendo risultati gli autori materiali della aggressione, mentre per un terzo si è proceduto per omissione di soccorso, in quanto, essendo alla guida della Fiat Seicento, ed avendo assistito al fatto, non ha fornito nell’occasione la dovuta assistenza all’agente municipale scaraventato a terra e picchiato». «L’amministrazione comunale ha già dichiarato che si costituirà parte civile - conclude - nel procedimento penale che verrà instaurato nei confronti dei giovani teppisti».
«L’episodio dell’aggressione al vigile urbano di sabato sera - dichiara in una nota Fabrizio Ghera, consigliere comunale di Alleanza nazionale- non fa che porre l’accento, per l’ennesima volta, sulla necessità di fornire adeguate dotazioni e l’armamento al corpo della Polizia municipale. Richiesta, questa, già da tempo espressa da Alleanza nazionale anche attraverso una proposta di delibera comunale in cui si chiede la dotazione dell’equipaggiamento di prevenzione, e il regolamento per l’armamento».
«È impensabile che tra le forze dell’ordine la polizia municipale ancora non abbia un regolamento in merito - prosegue Ghera - ed aggressioni come quella a Testaccio, non fanno che rendere urgente l’approvazione, da parte del consiglio comunale, della delibera menzionata. L’amministrazione non può continuare ad ignorare la questione e rinviare la riqualificazione di tutto il corpo della Polizia Municipale».