Vigile ferma un egiziano e finisce all’ospedale

Ha cercato di identificare un egiziano che stava vendendo mangime per piccioni in piazza Duomo e si è trovato al Pini con un ginocchio rotto e una prognosi di 22 giorni. Questo quanto accaduto a un vigile del nucleo Centro che ieri alle 10,30 ha fermato un egiziano che stava vendendo mangime, attività vietata da un’ordinanza comunale e sanzionata con una multa di 50 euro. L’uomo ha tentato di fuggire, ma è stato bloccato dall’agente. Per liberarsi ha colpito il vigile al ginocchio, permettendo ai suoi complici di scappare. L’egiziano non aveva con sé alcun documento, né il permesso di soggiorno. L’uomo è in stato di arresto per resistenza e lesioni aggravate, in attesa dell’udienza di convalida che avrà luogo domani.
«Come sa bene la Polizia Municipale – commenta il vicesindaco De Corato – dietro la vendita del grano, si nasconde un vero e proprio sistema per borseggiare i turisti praticato prevalentemente da egiziani. Prima vendono il grano al turista, poi gli offrono di scattare una foto con i piccioni. Intanto, approfittando del momento di distrazione, un terzo borseggia l’ignara vittima.